Pianificazione e governo del territorio

DLgs 14 marzo 2013, n. 33
articolo 39 commi 1, 2, 3, 4

Trasparenza dell'attività di pianificazione e governo del territorio

1. Le pubbliche amministrazioni pubblicano:
a) gli atti di governo del territorio, quali, tra gli altri, piani territoriali, piani di coordinamento, piani paesistici, strumenti urbanistici, generali e di attuazione, nonchè le loro varianti;
b) lettera soppressa dall'art. 43, comma 1, d.lgs. n. 97 del 2016.

2. La documentazione relativa a ciascun procedimento di presentazione e approvazione delle proposte di trasformazione urbanistica d'iniziativa privata o pubblica in variante allo strumento urbanistico generale comunque denominato vigente nonchè delle proposte di trasformazione urbanistica d'iniziativa privata o pubblica in attuazione dello strumento urbanistico generale vigente che comportino premialità edificatorie a fronte dell'impegno dei privati alla realizzazione di opere di urbanizzazione extra oneri o della cessione di aree o volumetrie per finalità di pubblico interesse è pubblicata in una sezione apposita nel sito del comune interessato, continuamente aggiornata.

3. La pubblicità degli atti di cui al comma 1, lettera a), è condizione per l'acquisizione dell'efficacia degli atti stessi.

4. Restano ferme le discipline di dettaglio previste dalla vigente legislazione statale e regionale.

TP/9-1 COMUNE DI ERICE - Progetto in variante per la realizzazione di un insediamento produttivo da adibire a Centro di trasformazione, sagomatura ferro per C.A.

L'Assessorato Regionale del Territorio e dell'Ambiente ha emesso il decreto n. 150/GAB del 11/05/2018, con cui l'Assessore, in qualità di Autorità Competente per la VAS, ai sensi e per gli effetti dell'art.12 del D.Lgs. n.152/2066 e ss.mm.ii., in conformità al parere n.76/2018 del 19/04/2018 reso dalla Commissione Tecnica Specialistica per le autorizzazioni ambientali di competenza regionale, ha decretato che il progetto di variante per la realizzazione di un insediamento produttivo da adibire a centro di trasformazione, sagomatura ferro per c.a., da realizzarsi nel comune di Erice, in via Rosariello, località due Torri - Napola, ricadente in z.o.t. "E' dello strumento urbanistico vigente, Ditta Fazio s.r.l., non sia da assoggettare alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, di cui agli articoli da 13 a 18 del D.Lgs. n. 152/2006 e s.m.i., con le prescrizioni contenute nel sopra citato parere n.76 del 19/04/2018 reso dalla Commissione Tecnica Specialistica.

Avverso il decreto 150/GAB del 11/05/2018 è esperibile, dalla data di pubblicazione o notificazione, ricorso giurisdizionale dinanzi al T.A.R. entro il termine di giorni 60 (sessanta) o, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Regione entro il termine di giorni 120 (centoventi).

Contenuto inserito il 19-06-2018 aggiornato al 19-06-2018

TP/9-2 COMUNE DI ERICE - Progetto in variante allo strumento urbanistico vigente, per la realizzazione di un parco di divertimenti in C.da Napola, Viale Lenzi snc.

L'Assessorato Regionale del Territorio e dell'Ambiente ha emesso il decreto n.203/GAB del 07/06/2018, con cui l'Assessore, in qualità di Autorità Competente per la VAS, ai sensi e per gli effetti dell'art.12 del D.Lgs. n.152/2006 e ss.mm.ii., in conforn1ità al parere n.133/2018 del 23/05/2018 reso dalla Commissione Tecnica Specialistica per le autorizzazioni ambientali di competenza regionale, ha decretato che il progetto in variante, al P.R.G. del Comune di Erice (TP) approvato con D.A. n.44/DRU del 26/01/2001, consistente nella realizzazione in parte e completamento di un Parco divertimenti con servizi e svago per il tempo libero, da posizionare all'interno di un lotto di terreno, sito in contrada Napola in Viale Lenzi frazione del Comune di Erice e ricadente in Zona Territoriale Omogenea "E - zona agricola" con indice edificatorio pari a 0.03 mc/mq, di proprietà della Società Ericelandia s.r.l, (ditta proponente), censito in catasto terreni al foglio di mappa 260 p.lle 756 per mq 3.480 e 759 per mq 7.580, per una superficie complessiva catastale pari a mq 10.720,00, sia da ritenersi pienamente sostenibile e pertanto non sia da assoggettare alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) di cui agli artt. da 13 a 18 del D.Lgs. n.152/2006 e ss.mm.ii., a condizione che vengono messe in atto tutte le misure di mitigazione contenute nel Rapporto Preliminare Ambientale con le integrazioni e prescrizioni contenute nel sopra citato parere n.133 del 23/05/2018 reso dalla Commissione Tecnica Specialistica.

Avverso il decreto 203/GAB del 07/06/2018 è esperibile, dalla data di pubblicazione o notificazione, ricorso giurisdizionale dinanzi al T.A.R. entro il termine di giorni 60 (sessanta) o, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Regione entro il termine di giorni 120 (centoventi).

Contenuto inserito il 19-06-2018 aggiornato al 19-06-2018
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
P.zza Sandro Pertini, 1 - 91019 Valderice (TP)
PEC protocollo@pec.unionecomunielimoericini.it
Centralino 0923892090
P. IVA 93045120818
Linee guida di design per i servizi web della PA